Quale idropulitrice scegliere? Guida per la scelta dell'idropulitrice

febbraio 13, 2019 4 min lettura 1 Commento

Come scegliere la giusta idropulitrice ad acqua calda o a freddo? Un quesito importante al quale vogliamo aiutarti a rispondere, fornendoti gli strumenti necessari, affinché tu possa scegliere l'idropulitrice che meglio soddisfa alle tue proprie esigenze di pulizia.



Infatti, nella scelta della prima o nuova idropulitrice ad acqua calda o a freddo, qualunque sia il canale scelto per l’acquisto, ci si trova "a fare i conti" con la valutazione delle caratteristiche e specifiche tecniche delle macchine idropulitrici,  che da alcuni sono anche chiamate con il nome di "pulivapor".

Conoscere l’importanza e il significato proprio di queste specifiche tecniche dell’idropulitrice è fondamentale, perché descrivono esattamente che cosa un'idropulitrice può fare ed in quali campi può essere applicata.
Per questo motivo abbiamo creato questa semplice e chiara guidainteramente dedicata a spiegare i singoli significati delle varie specifiche tecniche proprie delle idropulitrici (la pressione dell'idropulitrice - la portata d'acqua dell'idropulitrice - la potenza dell'idropulitrice - i giri motore - l'idropulitrice ad acqua calda e ad acqua fredda), come validi aiuti per capire come scegliere la giusta idropulitrice.

Come scegliere l'idropulitrice? GUIDA PRATICA


- La pressione dell'idropulitrice
- La portata d'acqua dell'idropulitrice
- La potenza dell'idropulitrice
- I Giri Motore
- Acqua Calda o ad Acqua Fredda



La pressione dell'idropulitrice


La pressione dell'idropulitrice è la forza con cui il getto d'acqua viene "sparato" sulla superficie o sull'oggetto da lavare. Più aumenta la pressione, più il lavoro dell'idropulitrice si diversifica da quello di un normale getto d'acqua. Più aumenta la pressione, più il getto incide sull'oggetto della nostra pulizia e quindi sullo sporco che dobbiamo rimuovere.

Questo parametro viene espresso nella scheda tecnica di ogni singola idropulitrice, sia ad acqua calda sia a freddo, in bar con una progressione positiva: più aumentano i bar indicati, maggiore è l'incisività del getto d'acqua.

Per gli utilizzi più semplici, domestici ed hobbistici, come il lavaggio dell'automobile, della capottina di casa, della muretta del giardino e molti altri ancora, è bene scegliere idropulitrici la cui pressione indicata può variare da 100/120 bar fino a un massimo di 150/160 bar.
Con un getto d'acqua alla pressione di 150 bar è comunque possibile rimuovere anche lo sporco ostinato, come può essere il muschio che ricopre gli esterni (terrazzi, marciapiedi, vialetti) o i pavimenti dell'abitazione.

Se, invece, l'idropulitrice serve per lavori professionali, è necessario aumentare ulteriormente i bar di pressione della macchina per la pulizia da scegliere, fino ad arrivare anche a 500 bar.
Inoltre, nel caso di usi professionali dell'idropulitrice, la scelta va calibrata rispetto allo sporco o al materiale da rimuovere dalle superfici e al raggio di lavoro che vogliamo o dobbiamo utilizzare durante il lavaggio. Se si aumenta la distanza del getto dalla superficie, la pressione sul punto di lavaggio viene dispersa aumentando però il raggio d'azione di pulizia. Con una maggiore pressione in uscita dalla nostra idropulitrice potremmo, dunque, lavare con un raggio di pulizia maggiore in minor tempo.

La portata d'acqua dell'idropulitrice


La portata d'acqua dell'idropulitrice indica la quantità di acqua lanciata dall'idropulitrice durante il funzionamento, espressa o in litri all'ora o in litri al minuto.

Anche se può risultare meno intuitivo da comprendere, il valore della portata d'acqua è più importante di quello della pressionePiù aumenta la quantità d'acqua emessa, più aumenta l'efficacia di pulizia, l'incisività del lavaggio e la capacità di rimuovere lo sporco.

Un’idropulitrice semiprofessionale ha normalmente una portata di almeno 8 lt/min, mentre un’idropulitrice professionale ha una portata di almeno 10 lt/min.

La potenza dell'idropulitrice


La potenza dell'idropulitrice viene espressa in kW (kiloWatt), ma la vera importante distinzione dipende dall’entità dell’impianto elettrico al quale dobbiamo collegare la macchina, ossia se esso è monofase (fino a 3000 kW) o trifase.

E' bene tenere in considerazione che una maggior potenza in kW corrisponde d'altra parte a un maggior consumo di corrente elettrica e quindi un maggior costo nell'utilizzo dell'idropulitrice.
In alternativa all’alimentazione elettrica a cavo l’idropulitrice può essere alimentata da motore a scoppio o diesel.

I giri motore


I giri al minuto del motore sono uno dei parametri principali per distinguere un’idropulitrice hobbistica da un’idropulitrice professionale. Più è basso questo valore, meno sotto sforzo sarà il motore durante l’utilizzo e quindi produrrà consumi e usura inferiori.

Normalmente un’idropulitrice semiprofessionale possiede un motore (a induzione con cuscinetti) a 2800 giri/min, mentre un’idropulitrice professionale ha un motore (a induzione con cuscinetti) a 1400 giri/min, consigliabile dunque per lavori continuativi e prolungati.
Le idropulitrici "hobby" ad uso domestico, più economiche, hanno un motore a spazzole a 3400 giri/min.
Una distinzione simile si può fare anche per l'idropulitrice a scoppio (autonoma): si considera professionale un'idropulitrice con motore a scoppio a 1400 giri/min, mentre si considera hobbistica un'idropulitrice con motore a scoppio a 3800 giri/min.

Idropulitrice ad acqua calda o idropulitrice a freddo?


L'uso dell'idropulitrice ad acqua calda è consigliato per rimuovere lo sporco più ostinato o meno idrosolubile e quando è richiesta anche un'azione disinfettante. Infatti l’utilizzo di acqua calda facilita lo scioglimento dello sporco, assicurando così un’azione sanificante maggiore.

L’acqua calda viene utilizzata per facilitare e rendere più efficace l’azione combinata di pressione e portata, specialmente in ambito professionale.

Molto spesso per lavori di lavaggio e pulizia domestici o saltuari, non è necessaria l’acqua calda, per cui si consiglia l'utilizzo di un’idropulitrice ad acqua fredda con sufficienti portata e pressione.Scopri i diversi modelli delle idropulitrici ad acqua calda, a freddo, elettriche, con motore a scoppio (diesel) per trovare quello più idoneo alle tue esigenze. PRIMA, PERO', consulta questa nostra guida dedicata a come scegliere la giusta idropulitrice!


1 Risposta

Melo Gatto
Melo Gatto

novembre 18, 2021

Buonasera e congratulazioni per l’articolo davvero interessante! E’ sempre importante fare divulgazione.
Ora saprò come scegliere la mia prossima idropulitrice :)
Un caro saluto da Melo.

Lascia un commento

×

Richiedi Informazioni

Selezionando questa opzione accetti le condizioni sulla Normativa della